CHIARA GIORGETTI

 

Città di origine: Milano

 

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

   +39.439.8343014

   chiaragiorgetti.wordpress.com

 

CHIARA GIORGETTI

 

Città di origine: Milano

 

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

   +39.439.8343014

   chiaragiorgetti.wordpress.com

BIOGRAFIA

Docente di Stampa d’arte all‘Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, si occupa di fotografia, web e stampa d‘arte. Dopo gli studi scientifici studia pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze con Gustavo Giulietti e frequenta i corsi della Scuola Internazionale di Grafica Il Bisonte con Swietlan Kraczyna. Nel 2001 fonda la webzine Printshow.it dedicata alla grafica d’arte e al libro d’artista. Dal 1985 partecipa a mostre, tiene conferenze e workshop in Italia e all’estero, scrive per riviste e siti web. Tra le esperienze più significative la pubblicazione con la casa editrice Springer Wien-New York in im:print 2011 journal for the state of current printmaking  a cura di Michael Schneider e Philipp Maurer e le letture fatte alla School of Publishing and Printing presso il London College of Communication all’interno del simposio Interprint 2008, il ciclo di conferenze alla University of Connecticut e alla University of Hartford oltre al Simposio Printing arts as a field of investigation alla Kunstlerhaus di Vienna in occasione della Triennale di Grafica Internazionale di Cracovia nel 2007. Dal 2012 cura la collana coincidenze  della scuola di grafica dell’Accademia di Brera all’interno del progetto da>verso e il periodico 2x2 con Margherita Labbe e il poeta Italo Testa, in collaborazione con l’Otis College di Los Angeles.
 Il  lavoro parte da un'idea o una memoria da comunicare all’ osservatore , una specie di riflessione sulla malinconia e sull’assurdità dell'esistenza umana. Una delle tematiche costanti è l’impotenza umana , nel senso più ampio: nel relazionarsi con gli altri e con l’ambiente circostante ;   la ricerca è concentrata sull'intimità, la distanza e la comunicazione tra persone e specialmente sullo spazio fisico dove vivono. L'opera ruota attorno agli stessi temi: la storia dell’uomo, la percezione del dentro e del fuori, il tempo e la memoria, il distacco dal non-necessario e la relazione problematica con un ambiente dominato dalla tecnologia.

 

 

Le parole, la notte loro si misuri a secoli, a piramidi, ad ere

 

Il lavoro consiste nella riscrittura su numerosi fogli di carta carbone e carta grafite dell’intero libro di Jorge Luis Borges Elogio dell’ombra. L’intento non è quello di leggere i testi riprodotti, che spesso infatti risultano illeggibili, quanto piuttosto suggerire un dialogo immaginario, una suggestione visiva che coinvolga l’osservatore attraverso una serie di rimandi mnemonici. Un’assenza di voci e di movimento, come accade nella pièce teatrale Act sans paroles di Samuel Beckett. Le parole compaiono rovesciate, a rilievo, come riassorbite dal silenzio.

Dattiloscritto con Olivetti Lexikon 80 su carta carbone e carta grafite_2013. Misura variabile circa 200 x 250 cm

 

Acquainted with the night (a distant memories wall).

Numerosi testi dattiloscritti su carta copiativa (bianca e nera), nelle pagine bianche  i testi sono di autori molto diversi: tra questi Costantino Kavafis, Dino Campana, Eugenio Montale, Karen Blixen, Bruce Chatwin, Curzio Malaparte, Charles Baudelaire, Giorgio Manganelli. Tutti i testi trattano dell’esperienza del viaggio, la scoperta dell'altrove e del sé. Nelle pagine nere è più volte ripetuta la poesia di Robert Frost Acquainted with the night "un viaggio nella perdita, nel sonno, nella distanza cinica e virulenta".

Dattiloscritto con Olivetti Lexikon 80 su carta copiativa_2015. Misura variabile circa 250x300 cm

 

Parole al vento

Alcuni brani degli scritti di Fernando Melani sono stati trascritti sulle lastre, la scrittura è stata eseguita al contrario ed è possibile leggerla solo di fronte ad uno specchio. Una riflessione sull’arte e la parola. 

2 lastre di zinco incise all’acquaforte fronte e retro, 50x80 cm _1993

La casa

Alcuni brani degli scritti di Fernando Melani sono stati trascritti sulle lastre, la scrittura è stata eseguita al contrario ed è possibile leggerla solo di fronte ad uno specchio. Una riflessione sull’arte e la parola. 

Video, durata 3’30’’. 2015

La regina della casa (pink lady’s slipper)

Il sottotitolo gioca con la parola inglese “lady’s slipper” (nome dato ad una specie di orchidea) e il termine “slipper” (ciabatta, babbuccia). Una visione umoristica e sensuale dell’ambiente domestico ricco di elementi decorativi floreali tra sogno e illusione.

Video, durata 1’39’’. 2015


 

Perché Aderire?

Puoi entrare a far parte dell'Associazione Culturale Brera Art Gallery come ARTISTA o come SOCIO ORDINARIO per usufruire di tutti i vantaggi riservati. Scopri di più nella sezione FAQ.

Contattaci!

BAG - Brera Art Gallery
via Magenta 39
Lomagna, (LC)
Italia

+39.329.1938009

info@breraartgallery.com

Connettiti con noi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più o per modificare le impostazioni d'uso clicca qui. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.